Ottopagine Avellino

Direttore Editoriale Lucia Vigorito

Provincia

 Share This Page
Provincia

Ariano, Amu: corse soppresse

Assemblea pubblica venerdì con la Cgil

Articolo di ottopagine

Ariano Irpino- La città si ribella dopo gli ultimi tagli ai trasporti: dal sabato sera con l’eliminazione della circolare dei ragazzi, alla domenica con la drastica riduzione delle corse. Un provvedimento a sorpresa che ha mandato in bambola persino gli autisti, all’oscuro di tutto, finiti, loro malgrado, nel mirino di una utenza ormai esasperata. 

L’appello alla società Amu da parte di molti cittadini è quello di eliminare i veri rami secchi che danneggiano l’azienda e non corse importanti, come quelle dei giovani che fanno anche da prevenzione alle stragi del sabato sera. “Ci dicano realmente che cosa ne vogliono fare di questa città, visto che stanno eliminando ogni servizio – questo il commento della piazza – chi c’è dietro questo disegno?” 
Nicolino Iacobacci, Adiconsum rivolge un appello al sindaco affinché si adoperi per ridurre i disagi all’utenza: “Del resto anche noi come associazione, non siamo stai interpellati. Si prendono decisioni senza interpellare la collettività. E non è assolutamente corretto”. Ma come si può immaginare di risolvere i problemi grandi, se non ci si preoccupa delle piccole cose  tra l’altro sotto gli occhi degli stessi amministratori? Basta guardare in che condizioni versa la pavimentazione sotto il Municipio. Sudiciume, degrado e indifferenza. Ci vuole così tanto per effettuare un lavaggio dei gradini della piazza?
E contro i tagli dei trasporti comunali ad Ariano Irpino si scaglia anche la Cgil Valle Ufita (e la Cgil Trasporti Avellino): «In questi giorni, alcune linee di trasporto comunale della città di Ariano Irpino sono state soppresse. Questo significa: – aumento della congestione sulle strade cittadine già intasate normalmente; conseguente aumento dei livelli di inquinamento; costi in più per le famiglie (penalizzate come al solito le categorie più deboli, giovani e anziani). E’ una manovra irresponsabile che rischia di dare un colpo mortale al trasporto pubblico locale. Da tempo la Cgil aveva rilanciato l’apertura di una vertenza trasporti nella città di Ariano Irpino, dalla soppressione delle fermate dei treni veloci con la conseguente chiusura della stazione di Ariano, alla inadeguatezza strutturale dell’Amu. Le imprese di trasporto pubblico locale sono anche in questo caso troppo piccole e troppo numerose. Quasi nessuna di queste imprese ha bilanci in pareggio, per questo la Cgil ha sempre proposto di favorire la crescita della dimensione delle aziende (anche tramite i consorzi fra comuni e le fusioni fra bacini continui). La Cgil su questi temi convoca per venerdì 7 settembre alle ore 17 presso la propria sede di Ariano un’assemblea pubblica, invitando a partecipare le istituzioni, le associazioni e tutti i cittadini interessati. Una migliore accessibilità dei grandi centri urbani, decongestionando i nodi, significa migliorare tempi e qualità della vita.
Gianni Vigoroso

Lascia un Commento