Ottopagine Avellino

Direttore Editoriale Lucia Vigorito

Attualità

 Share This Page
Attualità

Tassa sui rifiuti, aumento del 15 per cento

Nello studio Uil i comuni campani a confronto

Articolo di ottopagine

Avellino- Tarsu, aumenti in vista in città. Tra il 2011 e il 2012, uno studio condotto dall’osservatorio fiscale della Uil prevede un aumento della tassa sui rifiuti solidi urbani del 15 per cento. La tariffa, calcolata su un campione composto da famiglie con 4 componenti e un appartamento di 80 metri quadrati, passa infatti da 162.16 a 186.48 euro. In Campania si tratta dell’incremento più alto. Tariffa immutata a Benevento e Salerno, mentre a Napoli si prevede un incremento del 5 per cento. 

In valori assoluti, in un’ipotetica classifica, la tariffa più alta si paga a Napoli dove, per la famiglia presa a campione, l’esborso è di 427,80 euro l’anno. A Salerno si paga 355,60 euro; ad Alessandria 337,50 euro; a Venezia 325 euro; a Siracusa 317,20 euro; a Roma 310,98 euro; a Ferrara 298,80 euro; a Perugia 291,85 euro; a Lucca 289,10 euro; a Biella 288,20 euro. Dal prossimo anno, si legge ancora nella nota sindacale, è prevista un’ulteriore stangatina con l’introduzione della Tares, (tassa rifiuti e servizi). Questa tassa prevede che le tariffe del servizio rifiuti debbano coprire il 100% del costo del servizio con in più una sovrattassa, che potrebbe costare ulteriori 27 euro medi, variando dai 30 a 40 centesimi al mq. per tutti gli immobili e per la parte servizi (anagrafe, illuminazione ecc.). «Non è difficile prevedere, quindi, che, ancora una volta, si scaricherà sui cittadini/contribuenti l’effetto della costante e indiscriminata riduzione dei trasferimenti agli enti locali come dalla ultima “spending review”».

Lascia un Commento